Game of thrones: analisi dei numeri social e del sentiment

Ormai possiamo dire che la serie più seguita degli ultimi tempi è giunta al termine: i fan di Game of thrones si dicono molto delusi di come si è chiusa la saga. Quest’ultimo dato lo si può vedere grazie ai numerosi tweet e post su Facebook degli utenti che si sono scagliati contro gli sceneggiatori Benioff e Weiss

Aspettative troppo alte?

Troppo bravo il tanto rimpianto George RR Martin?

A manifestare la perplessità su questo finale di stagione e il grosso disagio sono stati gli stessi Conleth Hill (l’interprete di Varys) e perfino lo stesso George RR Martin. Non fa più scalpore quindi la petizione in corso su Change.org (la quale conta già 1 milione di sottoscrizioni) per chiedere che venga rifatta l’intera ottava stagione. 

Non vorrei deludere chi spera in una cosa del genere ma è ovvio che HBO non potrà mai e poi mai mettere a disposizione ulteriore budget per poter realizzare nuovamente l’ultima stagione. 

Il finale ha totalizzato oltre 1 milione di post da parte di più di 700.000 utenti unici. Sky Atlantic ha addirittura annunciato un blackout sui social media per aiutare i fan ad evitare gli spoiler per l’attesissimo finale. 

Da questi dati dunque, possiamo fare delle riflessioni relative al sentiment, parametro complesso del marketing moderno

Cos’è e qual è stato il sentiment di Game of thrones?

Alla luce di quanto accaduto sui social per il finale di stagione di Game of thrones, appare chiaro quanto gli utenti al giorno d’oggi non perdano mai occasione per esprimere la loro opinione su prodotti e/o servizi utilizzati da loro. Le aziende dovrebbero dunque disporre degli strumenti giusti per analizzare le loro opinioni

Il sentiment afferma che gli utenti tendono a dire la loro attraverso attegiamenti, pensieri e giudizi: purtoppo non esistono ancora strumenti in grado di analizzare il tono di un commento o l’atteggiamento che c’è dietro un tweet. 

L’analisi del sentiment dunque è un’attività che permette di identificare ed estrapolare l’opinione altrui dal testo.

Moltissime aziende svolgono indagini tra i propri clienti e i propri dipendenti per captare il loro giudizio. Sono frequenti domande del tipo “Cosa ne pensi del nostro prodotto e/o servizio?” , “Come ti sei trovato con l’ultimo acquisto?”, oppure in questo caso “Cosa ne pensi del finale di stagione di Game of thrones?”.

Quando è l’azienda a porre le domande però, bisogna sempre contestualizzare le risposte: spesso clienti e dipendenti quando si trovano dinanzi a quesiti del genere, tendono a non dire la loro e ad esprimere opinioni che mettano a proprio agio l’intervistatore. 

Per questo motivo occorre ricorrere agli strumenti di social media monitoring per poter andare a fondo nell’analisi. 

L’importante quando si analizza il sentiment, è soffermarsi su ciò che le persone intendono, non soltanto su quello che dicono. 

Altro elemento fondamentale quando si analizza il sentiment è la contestualizzazione: soffermiamoci sul contesto in cui una certa cosa viene detta. Ci servirà per capire realmente il tono utilizzato e per poter procedere ad una analisi più accurata. 

Alla luce di quanto detto, com’è il sentiment del finale di Game of thrones?

Ce lo dicono alcuni tweet:

Conclusioni

sentiment game of thrones

Infine possiamo affermare che la sentiment analysis ci permette di:

  • Analizzare la reputazione online
  • Comprendere la percezione online di un brand
  • Misurare il ritorno delle attività di (social media) marketing

Sono moltissimi gli strumenti che possiamo utilizzare per fare analisi: Google Analytics, Facebook Insights, Hootsuite, Social Mention e molti altri disponibili qui

E la tua opinione sul finale di Game of thrones qual è? 

Scrivilo nei commenti!

Scritto da

Francesco Vitiello

Sono il Co - Founder & Digital Strategist di Now Social, network di professionisti del Digital a supporto delle PMI italiane.

Commenti | Nessun commento

Lascia un commento