Funnel marketing: cos’è e come utilizzarlo

Hai mai sentito parlare di funnel marketing? La parola funnel sta per imbuto, sai perchè? Fare promozione al giorno d’oggi è essenziale per raggiungere il tuo pubblico reale e per massimizzare le conversioni. 

In questo articolo ti introdurrò un argomento indispensabile per avere una strategia con cui operare. 

Cos’è il funnel marketing: definizione

funnel marketing

Il funnel marketing è un percorso strutturato per gli utenti per far sì che questi ultimi passino dallo stato di sconosciuti, a quello di clienti fedeli del nostro brand. Un cliente che reitera nel corso del tempo un acquisto, grazie ad una soglia di customer satisfaction elevata garantita dal nostro prodotto o servizio, può diventare un ambassador del nostro brand. 

Il funnel marketing rientra dunque nell’inbound marketing, il processo volto a garantire la nostra presenza in maniera non invasiva nel momento in cui veniamo cercati. 

Curare tutti i nostri touchpoint risulta dunque fondamentale se vogliamo farci trovare al posto giusto nel momento giusto e nelle migliori condizioni. 

Le diverse fasi del funnel marketing

Vediamo insieme le diverse fasi di questo percorso:

  • Awareness: facciamo riferimento al grado di riconoscibilità e consapevolezza del nostro brand nella mente dei consumatori. Lavorare con campagne di marketing orientate a livello SEO e coi social media è indispensabile se vogliamo aumentare la nostra brand awareness;
  • Consideration/ Interest: questo è il momento in cui le nostre attività cominciano a sortire il loro effetto. Si passa da una semplice consapevolezza, ad un interesse e una considerazione del brand nel paniere di consumo dei nostri clienti. Arrivati a questo punto, quello che conta è raccogliere contatti: possiamo utilizzare le Facebook Ads, un blog aziendale con un modulo di iscrizione alla newsletter e altri strumenti per attrarre chi ci osserva;
  • Conversion: giunti a questo punto, il nostro obiettivo è quello di far sì che chi ci segue compia azioni rilevanti nei nostri confronti. Un’iscrizione alla newsletter? Una compilazione del modulo di contatto? Una prenotazione al nostro ristorante? Questi sono tutti esempi della tipologia di azioni che l’utente può compiere. Coltiva il rapporto che hai coi tuoi utenti (processo di lead nurturing) per far compiere delle azioni rilevanti ai tuoi utenti. Quindi arricchisci chi ti segue con contenuti interessanti e in linea con quello che fai;
  • Loyalty: ora hai un cliente fedele pronto a seguirti e ad ascoltarti. Dopo la vendita è necessario rafforzare il rapporto con chi ti segue: così facendo potrai lavorare sul cross e up selling;
  • Advocacy: il cliente ama la marca. Quest’ultimo potrà influenzare attraverso il suo passaparola positivo le persone che gli stanno attorno generando un ottimo sentiment nei tuoi confronti. 

Conclusioni

Siamo arrivati alla conclusione.

Abbiamo visto che per trasformare gli utenti in clienti fedeli, occorrono tante piccole mosse che possono facilitarci il processo. 

Il nostro obiettivo è quello di recare valore ai nostri utenti.

Il funnel non sempre procede per il verso giusto: consulta i dati che hai a disposizione. 

Ora provaci anche tu: attrai, suscita interesse, converti e infine fidelizza

Scritto da

Francesco Vitiello

Sono il Co - Founder & Digital Strategist di Now Social, network di professionisti del Digital a supporto delle PMI italiane.

Commenti | Nessun commento

Lascia un commento