Google riparte con un nuovo social network: Shoelace

Dopo il fallimento di alcuni mesi fa di Google+, il grande portale di ricerca ci riprova con Google Shoelace, un nuovo portale volto a far entrare in contatto persone con gli stessi interessi.

L’app attualmente è in fase di lancio esclusivamente nella zona di New York city in cui per accedere occorre un invito. Per il momento Shoelace è disponibile solamente su mobile: Google procederà nei prossimi mesi con una strategia molto cauta volta a diffondere il servizio negli altri mercati. 

Ma addentriamoci meglio in questo nuovo social network!

Google Shoelace: il social network degli eventi

google shoelace

Il nuovo progetto targato Google è ora in fase sperimentale, dunque ancora non possiamo sapere se Shoelace diverrà una realtà effettiva del nostro ecosistema mediale.

Partiamo dalla traduzione. Shoelace tradotto sta per laccio: il nome lascia intuire la natura di questo nuovo social network che si focalizzerà sugli incontri e gli eventi offline. Compito del social sarà quello di favorire la conoscenza di persone simili a noi attraverso la condivisione di interessi.

Lo sviluppo di questa nuova app è curato da Area 120, il team di Mountain View al lavoro sui nuovi progetti e prodotti durante la loro fase embrionale. 

L’applicazione, rilasciata ora nelle versioni Android e Ios, è caratterizzata da un’interfaccia che fa parecchio leva sull’utilizzo di emoji ed è organizzata di modo da consentire all’utente di selezionare i propri interessi ed entrare in contatto con le altre persone che li condividono nelle vicinanze. 

Alla luce di tutto ciò, possiamo intuire che il nome non è stato scelto a caso.

Google nelle FAQ spiega:

La premessa per Shoelace è di allacciare tra loro le persone sulla base dei loro interessi, come due lacci in una scarpa. Lo facciamo attraverso attività che opportunamente chiamiamo Loop.

Conclusioni

Compito di questo nuovo social sarà dunque quello di facilitare l’organizzazione di incontri e eventi. 

Finalmente un social che non basa tutto il suo funzionamento sull’aspetto virtuale, ma che valorizza le dinamiche offline. 

Staremo a vedere se Shoelace avrà maggior fortuna di Google+

Scritto da

Francesco Vitiello

Sono il Co - Founder & Digital Strategist di Now Social, network di professionisti del Digital a supporto delle PMI italiane.

Commenti | Nessun commento

Lascia un commento