fbpx

In questo articolo voglio insegnarti alcuni principi fondamentali di content marketing per gestire la comunicazione di un ristorante: ti rivelerò dei consigli inediti da applicare in poco tempo e ti dirò come io ho applicato questi consigli coi miei clienti. Sei pronto? Si parte!

Questo articolo è frutto della mia esperienza personale, dunque ho messo tutto me stesso per scriverlo e per regalarti un contenuto di valore. Le informazioni che troverai in questo articolo, valgono mesi e mesi di duro lavoro, un lavoro fatto di investimenti, formazione e consulenze varie. 

Prenditi tutto il tempo necessario per leggere questo articolo: ci tengo davvero tanto!

Iniziamo.

 


Avevo 17 anni.

Avevo 17 anni quando per la prima volta, ho varcato la soglia di un ristorante da protagonista…

Sì, come cameriere. 

Quella a Trattoria O’Pescatore, fu un’esperienza che mi insegnò molto: oltre ad imparare un mestiere utilissimo per la propria crescita personale, appresi quanto la comunicazione poteva fare la differenza. Già, proprio la comunicazione.

Tra me e la comunicazione, fu amore a prima vista: in quegli anni, osservando il dietro le quinte di un ristorante, capì quant’è importante per noi esseri umani mantenere un contatto, un legame.

Diciamolela tutta: all’epoca lavoravo come cameriere non per apprendere ciò che ti rivelerò in questo articolo, ma per guadagnarmi quel pò di soldi da investire per corsi di formazione online sul marketing.

Mai avrei pensato che un’esperienza come quella, potesse insegnarmi così tanto.

Non avevo la giusta consapevolezza.

E’ normale: a 17 anni la propria consapevolezza equivale a ‘faccio i soldi da spendere per il week end’.

Non era il mio caso, almeno non sempre.

Mi divertivo ad osservare, a comprendere cosa potesse essere raccontato e cosa no.

Se a quei tempi avessi scritto un manuale per ogni cosa accaduta durante quell’esperienza, ora avrei potuto ricavarne un tesoro inestimabile.

L’incontro con i ristoranti, in qualità di consulente, era solo rimandato.

Sapevo che prima o poi ci saremmo incontrati.

Adesso le cose sono cambiate!

La realtà che stiamo vivendo è assurda.

Sappiamo tutti quali sono stati gli effetti del Coronavirus dal punto di vista sanitario, economico, finanziario ecc.

Qui a NowSocial, voglio affrontare con te il punto di vista economico, concentrandomi in particolar modo sulle realtà della ristorazione.

E’ una crisi diversa da tutte le altre: solitamente una crisi viene combattuta con l’azione, di un singolo o di una collettività.

Non è questo il caso.

Inazione totale: ‘RESTIAMO A CASA’ risuona nelle nostre abitazioni come un imperativo categorico.

Come tutti gli ordini, c’è chi obbedisce e chi trasgredisce: ogni essere umano ha affrontato delle fasi psicologiche durante questo coronavirus (se vuoi, possiamo parlarne qui).

Io, dal canto mio, continuo la mia attività di consulente da casa, in modalità smart working.

Arrivano le prime telefonate dai clienti: dalle loro parole, emerge chiaramente tutta la preoccupazione per la situazione, c’è da capirli!

Consiglio in questo momento di non andare mai contro i propri clienti, anzi, se sei un consulente e ti trovi a gestire la comunicazione online di ristoranti o attività del settore HO.RE.CA, cerca di essere apprensivo ed empatico.

I clienti, ora più che mai, cercano una parola di conforto: è in questo momento che si crea la vera relazione, una relazione fatta di fiducia incondizionata nei tuoi confronti.

A tal proposito voglio lasciarti un video qui.

Per i ristoratori e per i consulenti di marketing arriva il bello!

Arriviamo al cuore di tutto l’articolo: è qui che ti lascerò tutti i consigli necessari per fronteggiare questa crisi nel migliore dei modi.

Fino a questo punto abbiamo appurato alcuni concetti:

  • La consapevolezza e le esperienze personali sono dalla nostra parte;
  • Il Coronavirus ha portato molta più consapevolezza, per chi vuol vedere;
  • La comunicazione, ora più che mai, è essenziale;
  • Costruire una relazione col cliente è la base per fronteggiare questo periodo difficile per tutti;
  • Il content marketing può tutto….ma questo dobbiamo ancora vederlo! 👇🏻

 

Ora andiamo avanti, dedichiamoci al cuore dell’articolo.

La prima lezione che ho imparato e trasmesso in questo periodo è stata questa:

‘I tuoi clienti hanno bisogno di sentirti, ora più che mai….non abbandonarli’.

Il panico e la situazione difficile ti faranno perdere il focus: è importante mantenere costante la tua comunicazione in questo momento, cercando di essere presenti e di dialogare con la propria community.

La cosa essenziale, chiaramente, è quella di adattare la propria comunicazione al contesto: non possiamo fare finta che attorno a noi le cose non siano cambiate.

Stanno cambiando i processi d’acquisto.

Possono evolvere bisogni e desideri del tuo target di riferimento.

Dunque nella tua comunicazione, cerca di rassicurare i tuoi clienti, mostra loro la tua quotidianità, a loro interessa ancor più di prima.

Stai dimenticando una cosa.

Il fatto che le persone stiano a casa, non significa che non possano sostenerti col loro ‘passaparola digitale’. 

Veniamo ai consigli che salveranno la tua strategia di content marketing!

Partiamo dal primo!

1. Fai parlare il ‘dietro le quinte’

Spesso, quando scelgo un ristorante, oltre a considerare la qualità del cibo (cosa essenziale poichè il prodotto è una delle leve del marketing mix), tengo a mente anche il modo in cui un certo posto mi fa sentire.

Mi spiego meglio.

Più di ogni altra cosa, ci interessa chi c’è dietro un’azienda, quali sono le persone che la compongono.

Ci appassionano le storie.

Amiamo condividerne le trame, le caratteristiche dei personaggi, le sensazioni.

Rendi umana la tua azienda: racconta la sua storia, quelli dei suoi componenti, offri delle dirette Instagram o Facebook per far vedere ai tuoi clienti particolari che non hanno mai visto o vissuto.

Intervista i membri del tuo staff: puoi anche utilizzare piattaforme terze come Zoom o Skype per registrare. 

E’ importante mantenere un contatto, un legame.

Questa lezione, l’ho appresa sulla mia pelle all’età di 17 anni: alle persone interessano i retroscena, ricercano l’umanità e il divertimento.

Porta i tuoi clienti nel backstage del tuo locale: falli appassionare a ciò che hai da raccontare.

Quella storia, è la tua storia, e loro se la ricorderanno per sempre.

 

content marketing

2. Mostra in che modo affronti la quarantena

Sicurezza.

Questa è la parola del momento: hai mai riflettuto sul potere delle parole?

Una cosa essenziale, che si ricollega all’incipit del discorso, ossia all’adattare la comunicazione al momento, è mostrare come stai affrontando questa situazione difficile.

Non avere timore: dalle grandi crisi, spesso, possono nascere grandi opportunità.

Se stai adottando delle misure aggiuntive per tutelare te stesso, i tuoi collaboratori e soprattuto i tuoi clienti, fallo sapere.

La paura di esporsi può andare a farsi fottere in questo momento: le persone hanno paura di ben altro, e tu sei l’unico/a che può rassicurarli.

Condividi queste informazioni su tutti i tuoi canali di comunicazione: siti web, social, scheda Google e newsletter se necessario.

Le persone devono sapere.

Viviamo nell’era dell’informazione, non dimenticarlo!

3. Condividi ricette e tutorial

content marketing

Le persone sono a casa, è vero…ma vogliono darsi da fare!

Tutti (o quasi) hanno moltissimo tempo a disposizione: dunque perchè non insegnare loro le ricette tradizionali che contraddistinguono il tuo locale?

Offri dei mini corsi sui tuoi piatti di punta, su quelli più apprezzati dai tuoi clienti.

Anche qui, racconta loro la storia che c’è dietro un tuo piatto: scatta delle foto in sequenza, registra dei piccoli video dimostrativi (basta anche uno smartphone, ne parliamo fra poco), organizza delle dirette sui social ad orari prestabiliti.

I tuoi clienti proveranno le tue ricette a casa, diventando veri e propri brand ambassador del tuo locale. 

Quest’azione stimolerà il passaparola digitale, ti conferirà autorevolezza e vicinanza nei confronti dei tuoi clienti.

Non concentrarti troppo sulla forma del contenuto: l’importante è il messaggio, ciò che vuoi dire.

Bastano 2 cose: una camera e una storia da raccontare.

E il gioco è fatto!

P.S. Ti suggerisco di controllare gli Insights di questo tipo di post: noterai un enorme tasso di condivisione. 😉

4. Usa lo smartphone per il tuo content marketing

Non hai un’attrezzatura professionale per poter realizzare i tuoi video.

Dunque pensi di non poter creare contenuti eh…

SBAGLIATO!

Oggi, per creare un contenuto, può bastare anche un semplice smartphone: come ti ho già accennato prima, una volta imparate quelle poche tecniche (che ora ti dirò 😉) sul come realizzare video, basta un messaggio forte e di valore.

Ora ti svelerò le tecniche essenziali per realizzare video con uno smartphone:

  • Realizza il tuo video in formato orizzontale: a parte le Instagram stories, tutti gli altri video li guardi sul telefono, sul pc, o in tv nel formato orizzontale. Il rischio nel realizzare video in formato verticale sta poi nel creare quelle orribili bande nere ai lati del tuo contenuto. Dunque, per realizzare video, usa il telefono in orizzontale;
  • Non usare lo zoom digitale: se vuoi riprendere un particolare, non occorre utilizzare lo zoom digitale, poichè quest’ultimo renderà l’inquadratura tremolante e meno nitida. Piuttosto avvicinati e inquadra il soggetto in modo tale che esso occupi tutto lo spazio della tua inquadratura;
  • Pensa in anticipo alle inquadrature: l’obiettivo è raccontare una storia, quindi magari riprendi diversi particolari della tua scenografia per poi raccontare una storia avvincente (es. Se sei in un ristorante, magari effettua riprese per l’ingresso, poi sulla pentola che bolle ed infine ti concentrerai sul tuo soggetto chiave). Storytelling è la parola chiave;
  • Studia inquadrature accattivanti per riprendere ciò che hai dinanzi ai tuoi occhi;
  • Usa inquadrature statiche;
  • Utilizza la tecnica della ‘panoramica orizzontale’: basta spostarsi leggermente col proprio busto, non con le proprie braccia;
  • Per facilitare la panoramica, puoi acquistare il Gorillapod, un piccolo treppiede che ti consentirà di effettuare inquadrature stabili e un morsetto per collegare il telefono al treppiede;
  • Usa lo stile cinematografico: ti consiglio di utilizzare il Reville, tecnica cinematografica che consiste nel nascondere l’ostacolo per poi spostare la camera in modo tale da far apparire lentamente ciò che vuoi riprendere;
  • Cammina all’indietro, non in avanti: per creare l’effetto del carrello cinematografico, ti consiglio di camminare all’indietro, per mantenere stabili e fluidi i tuoi movimenti di macchina;
  • Usa lo Slowmotion per rendere tutto più bello.

5. Il potere delle email per il tuo content marketing

L’email marketing è morto.

Quante volte avrai sentito questa frase?

Non esiste nulla di più errato di queste parole.

L’email marketing è ancora uno strumento essenziale per attirare e fidelizzare i clienti.

Con un ritorno sull’investimento del 4400%, questo strumento rimane tra quelli col miglior ROI. 

Sai perchè? 

Perchè gli utenti controllano la propria mail ogni giorno, ne sono ossessionati.

Ci sono persone che lo fanno anche per ben 20 volte al giorno. 

Con l’aumento dell’utilizzo del mobile, controllare l’email è diventato facile ed immediato.

In media le email raggiungono circa l’85% delle persone a cui vengono inviate, ma grazie a uno strumento come GetResponse la deliverability è del 99%.

Per il tuo ristorante, l’email marketing può essere uno strumento potentissimo: puoi comunicare le tue offerte sul delivery, contenuti extra e molto altro ancora.

Le tue email, se collegate alle landing page, possono portare i tuoi clienti verso la parte bassa del funnel di vendita.

Con parte bassa, intendo quella connessa alla vendita finale. 

Dunque anche una buona landing page, può rivelarsi utile per aumentare gli ordini dei tuoi clienti.

La mia filosofia sul content marketing

Legame umano.

Questo è ciò che più conta in un momento come questo.

Tutto cominciò da quella mia esperienza da cameriere, chi l’avrebbe mai detto.

Da quei giorni passati fra la sala e la cucina di un ristorante, è poi partita la formazione e l’interesse verso il mondo della comunicazione, per poi arrivare ad oggi, momento in cui mi trovo nella scrivania di casa mia a dover gestire la comunicazione di ristoranti in crisi.

Ho voluto riassumere per te le cose essenziali per dare un boost alla tua strategia di content marketing.

Non mi sono dilungato nel ripetere le solite frasi del tipo ‘CONTENT IS KING’: tanto le avrai già sentite ovunque.

Mi interessava darti un risvolto pratico, perchè in fondo, il content marketing è fatto di passi, giusti o falsi che siano.

Di certo, coi miei consigli, ora avrai delle frecce in più nel tuo arco per la battaglia contro la crisi.

Probabilmente ne farò un corso un giorno.

Se sei interessato ad approfondire il marketing online, seguimi qui

La community si chiama NowSocial: è il luogo perfetto per imparare e confrontarsi.

Quindi…non voglio dirti nient’altro.

Se il post ti è piaciuto, non ti resta che iscriverti alla newsletter!

Un abbraccio.

Francesco.

Please follow and like us:

Francesco Vitiello

Sono laureato in Comunicazione Pubblica e D’impresa alla Sapienza e sono un libero professionista che si occupa di Digital Marketing e Social media marketing.Il mio obiettivo è quello di far comprendere il marketing online a tutti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Condividi il post sui tuoi canali social.