fbpx

Cos’è esattamente il Real Time Marketing? Quando è possibile parlare di questa attività e quando no?

Partiamo col dire che il Real Time Marketing è la capacità di rispondere in maniera rapida e proattiva agli stimoli esterni. Quest’ultimi, sono i fattori determinanti di un’attività di Real Time Marketing: infatti, un’azienda può allo stesso tempo perfezionare il proprio prodotto/servizio recependo le recensioni in merito dei propri clienti.

Questo sì che è Real Time.

Il Real Time (o Instant che dir si voglia) è dunque una strategia di comunicazione che sfrutta contenuti istantanei, i famosi “temi caldi” o “trending topic” per comunicare i propri valori/prodotti/servizi.

Approfondiamo meglio gli aspetti di questa attività.

Il Real Time Marketing: di cosa si tratta?

real time marketing

Per fare del buon Real Time Marketing, è necessario un ascolto continuo e proattivo delle conversazioni che avvengono in rete.

Esistono tre tipologie di eventi in questo caso che possiamo prendere in considerazione:

  • Eventi da sfruttare in maniera proattiva: ci sono eventi e ricorrenze che possono essere pianificate nel proprio piano editoriale con mesi di precedenza. In questi casi la componente essenziale è la pianificazione, a cui segue un monitoraggio delle conversazioni online per allineare la propria comunicazione. Sono esempi concreti le festività evergreen, le grandi occasioni per fare branding e per mettere in risalto i propri valori, gli eventi di settore;
  • Eventi programmati per cui l’azienda prevede un’azione reattiva: in questo caso il Real Time Marketing diviene marketing di prossimità, il quale sfrutta i dati geocomportamentali. Per esempio, si tratta di conoscere in anticipo che tipo di prodotti o servizi offrire in una determinata area del proprio store;
  • Eventi non programmati, né programmabili, che richiedono una risposta reattiva e immediata da parte delle aziende: si tratta di fatti di cronaca, discorsi di politici o personaggi famosi e qualsiasi evento che consenta al brand di inserirsi in maniera reattiva guadagnandoci in immagine.

Case study concreto: Durex Italia

real time marketing

Durex è sicuramente uno dei casi di maggior successo di Real Time Marketing. Il brand ha saputo sfruttare e sfrutta tutt’ora questa potentissima attività che se ben incastonata all’interno di un piano editoriale, può portare diversi frutti.

Durex ha un approccio leggero e scherzoso al tema che in Italia ha in realtà sempre destato scalpore e stereotipi: il tono playfully provocative (così lo definisce il marketing manager Nicolo Scala) crea un tipo di comunicazione che funziona perché permette di attirare l’attenzione su un argomento sensibile come il sesso. 

Il tono scherzoso non è sicuramente fine a se stesso: l’obiettivo è far parlare di sesso sicuro prima ancora che si parli di Durex come brand.

In questo modo, si riesce ad essere trasversali sul target di Durex il quale va da un pubblico di 16 ai 54 anni.

Considerando che in Italia il tema del sesso è sempre stato considerato un tabù, sembrerebbe alquanto bizzarro e inspiegabile il successo di questo brand online.

Eppure, Durex riesce attraverso il suo tone of voice a parlare e a far parlare di un argomento pesante in modo leggero.

C’è da dire che questo modo di comunicare funziona particolarmente bene in Italia, poichè i canali istituzionali della Durex degli altri paesi, preferiscono prediligere comunicazioni più serie (in altri paesi, il sesso viene considerato come più freddo). 

In Italia il sesso è tabù ma è anche passione e flirting. In altri Paesi il sesso è più freddo e quindi è più efficace trattarlo con una comunicazione più seria.

Ovviamente non mancano i post più istituzionali e dal tono più serio anche per Durex Italia: parliamo ad esempio della giornata mondiale dell’AIDS, momento in cui il tono diviene sensibile e istituzionale.

Chiaramente, non tutti potrebbero recepire in maniera positiva questo tipo di comunicazione, dunque il consiglio che ha saputo sfruttare Durex Italia, è quello di rivolgersi allo zoccolo duro degli utenti.

La crescita del canale Durex ha riconosciuto dei picchi nel momento dei post Real Time, quelli che hanno saputo sfruttare il trend topic del momento. 

durex

Parliamo di numeri…

Il post è arrivato a più di 65 mila like, che è una cifra altissima per Durex, e ha portato a 4372 nuovi followers il giorno stesso. Nei giorni successivi la pagina ha continuato a crescere: +4944 il giorno dopo, +2789 due giorni dopo e +1098 tre giorni dopo. 

Hanno toccato un tema a cui tutti sono sensibili e questo sicuramente ha giocato a loro favore ma paradossalmente l’efficacia di quel post sta nella sua semplicità. Due immagini e pochissime parole. 

Il messaggio sociale di salute pubblica, che va ben oltre il brand e il marketing, è stato recepito chiaramente e molti influencer e personaggi pubblici lo hanno sposato e ricondiviso senza nessuna richiesta da parte del brand.

In questo modo il post è divenuto virale in poco tempo.

I consigli per un buon Real Time Marketing

durex

Prima di ogni altra cosa, individua e lavora sulla tua brand identity, dopo di che costruisci un tone of voice adeguato e decidi il tipo di comunicazione.

Trova poi un equilibrio tra eventi annuali strettamente correlati al brand e azioni di Real Time Marketing.

A fine anno, puoi elaborare un piano editoriale con al suo interno le date più importanti per il brand.

La connessione tra evento e brand deve esistere. Se non c’è, allora è meglio non parlare.  

In questo senso, evita eventi con una storia negativa dietro, cerca di essere onesto e cerca di restare nel tuo campo d’azione.

Dunque, possiamo riassumere i consigli in questo modo:

  • Utilizza il Real Time Marketing quando c’è una stretta attinenza fra evento e brand;
  • Cerca di essere veloce e reattivo alle notizie o ai trend;
  •  Aggiornati su news giornalistiche, fai hashtag tracking su Instagram, segui trending topics su Twitter, segui pagine di meme;
  • Imposta un piano editoriale in anticipo così da valutare dopo l’inserimento di post in real time;
  • Cerca di capire quando è giusto o meno utilizzare un evento.

Conclusioni

Se pensi che il Real Time Marketing possa essere l’alleato perfetto per la tua strategia di comunicazione, ti invitiamo a condividere questo post e a rileggerlo più e più volte.

Per restare continuamente aggiornato, puoi seguirci anche su Instagram.

Puoi inoltre iscriverti alla newsletter per ricevere consigli più dettagliati.

Please follow and like us:

Francesco Vitiello

Sono laureato in Comunicazione Pubblica e D’impresa alla Sapienza e sono un libero professionista che si occupa di Digital Marketing e Social media marketing.Il mio obiettivo è quello di far comprendere il marketing online a tutti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Condividi il post sui tuoi canali social.