Quick Commerce & Customer Experience: scopriamo Gorillas

Appena un anno di vita ed una valutazione di un miliardo di dollari.

Parliamo di Gorillas, la nuova startup con sede a Berlino che si propone di rivoluzionare il mercato della spesa a domicilio in Europa.

La startup fondata dal CEO Kagan Sümer è riuscita a raccogliere in un solo anno circa 300 milioni di dollari grazie a due round di investimenti:

  • Primo round di serie A guidato da Green Oaks in partecipazione con Atlantic Food Lab: 44 milioni di dollari raccolti;
  • Secondo round di serie B guidato da Coatue Management: 244 milioni di dollari.

In questo modo, Gorillas è diventata la startup più veloce di sempre a raggiungere lo status di unicorno (società valutata più di un miliardo di dollari) in Europa.

Al momento, l’azienda conta 100 magazzini attivi, oltre 2000 prodotti disponibili e 10.000 dipendenti dislocati in circa 8 città differenti.

Parliamo di dipendenti perché Gorillas è la prima realtà ad assumere attraverso un contratto regolare i propri bikers.

gorillas app

“Faster than you” – Molto più di uno slogan

Spesa a casa in soli 10 minuti.

Sostenibilità, riduzione delle distanze, esperienza.

Questi 3 punti possono essere giustificati dalle politiche con cui Gorillas esercita il proprio servizio:

1) Sostenibilità: i bikers sono dotati di una bici elettrica (fornita dall’azienda stessa) con cui consegnare la spesa. Ogni città in cui approda il servizio, viene mappata e presidiata da moltissimi dark store (centri in cui vi è la merce) dislocati in punti centrali;

2) Riduzione delle distanze: le città in cui è presente l’azienda, sono dotate di diversi dark store presenti in punti strategici. Per cui chi effettua l’ordine, aspetterà relativamente poco prima della consegna. Inoltre, i bikers sono perfettamente istruiti su quest’ultimo passaggio: prima di consegnare la spesa richiesta, igienizzano le proprie mani ed adoperano le dovute distanze (ai fini di evitare il contatto diretto);

3) Esperienza: dopo aver effettuato il proprio ordine, comincia l’esperienza offline. Anzitutto l’app, indica il tempo necessario per consegnare la spesa richiesta e stima eventuali ritardi e/o anticipi. Poco prima della consegna, il biker chiama per avvertire che è nei pressi del domicilio indicato. Sale le scale, igienizza le mani, consegna il pacco. Al suo interno, oltre alla spesa, si possono trovare un messaggio personalizzato (con tanto di nome e cognome), coupon di referral (buoni sconto) e prodotti in omaggio.

Come funziona precisamente l’app Gorillas?

Ce lo spiega direttamente il Country Manager d’Italia, Alessandro Colella:

“Il cliente va sulla app, viene geolocalizzato, viene identificato nei dintorni di un determinato punto vendita.

Una volta che l’ordine viene emesso ci sono tecnologie che consentono ai ragazzi che lavorano nei drugstore di preparare la consegna di ogni prodotto in un tempo compreso dai 5 agli 8 secondi. La tecnologia ci consente di ottimizzare i tempi.

Calcolando un raggio di consegna di 10 minuti (certo, dipende da come sono fatte le strade) è necessario 1 minuto e mezzo per l‘ordine e dai 5 ai 7 minuti affinché il biker raggiunga il luogo di destinazione”.

La consegna ha un costo?

Sì, la tariffa precisa è di 1,80€.

Le tecnologie e le metodologie adottate

Le metodologie e le tecnologie necessarie per Gorillas sono:

1) App usata dai dipendenti: consente a quest’ultimi di preparare l’ordine in tempi brevi. L’algoritmo dell’app dice ai dipendenti stessi dove recarsi per scannerizzare il prodotto ed inserirlo in busta. L’applicazione guida loro nella creazione della spesa;

2) App per i bikers: funzionale sia per i bikers (hanno una panoramica del percorso) sia per i clienti (possono tracciare la loro posizione);

3) Il layout del magazzino: il magazzino è organizzato per ridurre i tempi di presa in carico degli ordini e dunque della consegna. Si tratta di un modello replicabile costruito dagli architetti dell’azienda;

4) Supply chain: le tecnologie di supply chain (catena di fornitura) permettono di controllare quotidianamente la bontà e la freschezza dei prodotti presenti in magazzino.

gorillas app

Gorillas in Italia

Precisamente a Giugno 2021, Gorillas approda in Italia: il servizio viene lanciato ufficialmente a Milano, Roma, Torino e Genova.

A Milano, Gorillas è presente in 7 quartieri, Roma in 3, Torino e Genova in 2.

Da qui, partono le partnership con le aziende locali per l’assortimento di prodotti artigianali e a KM 0. Gorillas si appoggia ai produttori locali e crea il suo mini supermercato mantenendo logiche di prezzo molto simili a quelle adottate dalle GDO.

I consumatori premiano questa scelta: in questo modo possono avere la spesa a casa in poco tempo supportando anche il commercio locale.

Sostenibilità lavorativa e community

Dopo le pesanti accuse di sfruttamento e maltrattamento dei lavoratori, Gorillas ha preso le distanze dagli altri colossi del delivery (Uber, Glovo, Deliveroo).

Gorillas crea un iter sia per gli impiegati interni sia per i bikers. Dopo un periodo di formazione di 6 – 9 mesi, arriva l’assunzione a tempo indeterminato con ferie pagate, indennità di malattia ed assicurazione contro gli infortuni.

L’azienda fornisce tutto il necessario per poter lavorare:

1) Bici elettriche
2) Equipaggiamento protettivo
3) Abbigliamento consono allo svolgimento dell’attività

Gorillas svolge frequenti questionari interni per poter comprendere il grado di soddisfazione dei propri dipendenti.

Esperienza al centro in tutto e per tutto.

Scritto da

Francesco Vitiello

Sono il Co - Founder & Digital Strategist di Now Social, network di professionisti del Digital a supporto delle PMI italiane.

Commenti | Nessun commento

Lascia un commento